Sanità Rimini, ospedale Santarcangelo, Movimento 5 Stelle: 'No smembramento senologia'

Sanità Rimini, ospedale Santarcangelo, Movimento 5 Stelle: 'No smembramento senologia'
Sanità Santarcangelo di Romagna 16:22 11 novembre 2016

Il progetto di riorganizzazione del reparto di senologia dell’ospedale Franchini di Santarcangelo di Romagna (RN), reso pubblico nelle scorse settimana dal direttore generale dell’Azienda USL della Romagna, è oggetto di un’interrogazione presentata in Regione da Raffaella Sensoli (M5s).
Il progetto di riorganizzazione – si legge nell’atto ispettivo – prevede una sorta di smembramento del reparto, con trasferimento dell’attività di chirurgia senologica presso l’ospedale di Forlì, sotto la guida di un nuovo unico primario, e quello dell’attività di chirurgia plastica ricostruttiva presso il Centro grandi ustionati di Cesena. Il reparto di senologia dell’ospedale Franchini – evidenzia la consigliera – è un’eccellenza non solo nazionale ma europea, la cui breast unit (unità di intervento multidisciplinare) è stata certificata da Eusoma (l’ente certificatore dell’Unione europea della qualità di risposta medica). Inoltre, è un luogo di formazione che richiama professionisti da tutta Europa per specializzarsi ed è un centro di insegnamento in cui sono state scoperte tecniche d’intervento più sicure e meno costose, in grado di far risparmiare all’Ausl della Romagna 500 mila euro in soli 2 anni. Infine, è un reparto con più pazienti operati nei primi sei mesi del 2016 rispetto a quello dell’ospedale di Forlì (197 contro 167) e con minore lista d’attesa – l’87% degli interventi vengono effettuati nei primi 30 giorni.
Sensoli, pertanto, chiede alla Giunta regionale “se sia a conoscenza della profonda preoccupazione che si è diffusa fra cittadini e personale sanitario a seguito del progetto di riorganizzazione e quale giudizio ne dia”. Domanda, infine, “se non ritenga opportuno chiarire, in modo inequivocabile, che il reparto di senologia dell’ospedale di Santarcangelo di Romagna non sarà smembrato e il progetto di riorganizzazione sarà definitivamente abbandonato”.

Sanità
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485