Botte a un uomo per farsi consegnare 3000 euro, nuovo processo sulla vicenda legata all'inchiesta Vulcano

Botte a un uomo per farsi consegnare 3000 euro, nuovo processo sulla vicenda legata all'inchiesta Vulcano
Cronaca Rimini 17:51  6 dicembre 2017

La Corte di Cassazione ha reso definitive le condanne di sei imputati coinvolti in uno dei filoni delle inchieste di Camorra 'Vulcano', su una serie di estorsioni commesse tra Rimini, Riccione e San Marino: indagini che portarono ad una decina di arresti a marzo 2011. La prima sezione penale ha però annullato con rinvio, per un nuovo giudizio alla Corte di Appello di Bologna, le sentenze su tre posizioni: in due casi per errori formali, mentre per un terzo imputato si è chiesta la rivalutazione nel merito. L'imputato, E.L., era stato condannato a sette anni dal Tribunale di Rimini il 20 dicembre 2014, in appello aveva avuto uno sconto a 6 anni e dieci mesi. E' accusato di estorsione nel luglio 2010, per aver costretto una persona a consegnare un assegno da tremila euro, dopo averlo percosso.

La difesa ha sostenuto che la somma pagata non era connessa all'estorsione, ma alla regolamentazione di un rapporto lavorativo e aveva presentato una serie di argomentazioni a favore di questa tesi. 

Cronaca
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485