EcoNatale al via a Santarcangelo, l'8 dicembre sarà inaugurato il grande albero di via Battisti

EcoNatale al via a Santarcangelo, l'8 dicembre sarà inaugurato il grande albero di via Battisti
Attualità Santarcangelo di Romagna 14:50  6 dicembre 2018
Media:  Foto

Dalle letture per i bambini alle tombole solidali, dalle incursioni artistiche e musicali alla natività in grotta: sabato 8 dicembre a Santarcangelo prende il via ufficialmente EcoNatale 2018. Per un intero mese, è in programma un ricco calendario di eventi, spettacoli, concerti, laboratori e tante novità dedicate al Natale e, come da tradizione, ai temi della solidarietà e della sostenibilità ambientale.
 

Proprio in occasione dell’apertura di EcoNatale, sabato 8 dicembre alle ore 16 in via Battisti sarà inaugurato “Frozen tree”, il quarto EcoAlbero della città realizzato da Nikki Rifiutile insieme ai bambini delle scuole Pascucci, di San Bartolo e San Vito. Alle 17 le iniziative si sposteranno invece presso l’EcoAlbero del combarbio, simbolo dell’EcoNatale, per l’apertura ufficiale del calendario di eventi natalizi con spettacoli, concerti e altre sorprese.
 

Come da tradizione, anche per il 2018 sono in programma iniziative che rivelano l’anima più sociale dell’EcoNatale. “Santarcangelo per Mediterranea Saving Humans” è il titolo dell’iniziativa che domenica 9 dicembre propone un pomeriggio per riflettere sulle più attuali e sentite questioni sociali attraverso letture, spettacoli e aperitivi. Dalle ore 16 alle 17,15 nelle vie del centro si potranno ascoltare i “libri umani” della biblioteca vivente, mentre alle ore 16,30 al Lavatoio “Il pane del perdono, storia inattuale di una riconciliazione” mette in relazione la storia di Fra Cristoforo de “I promessi sposi” e Nelson Mandela, personaggi che hanno reso il perdono un atto rivoluzionario. Le letture sono a cura di Remo e Pietro Vigorelli, con accompagnamento musicale di Fabrizio Flisi e la collaborazione di Andrea Albanese.
L’iniziativa proseguirà poi al porticato delle Beccherie (al Lavatoio in caso di pioggia) con le testimonianze il collegamento in diretta con la nave Mare Jonio (ore 17,45) e, alle 18,30, con un aperitivo solidale in musica il cui ricavato sosterrà le iniziative dell’associazione Mediterranea.
 
La seconda importante iniziativa sociale di EcoNatale è invece in programma mercoledì 12 dicembre: alle ore 20,30 al centro sociale Franchini una Tombola sociale raccoglierà fondi da donare in beneficienza. Con “Santarcangelo c’è 2018 – diamo una mano a Feltre!” inoltre, l’amministrazione comunale raccoglierà fondi per aiutare il piccolo comune in provincia di Belluno in cui oltre 1000 alberi sono stati sradicati a seguito della tempesta di vento che ha devastato il nordest lo scorso ottobre causando incalcolabili danni economici, paesaggistici e ambientali. 


Nel calendario di EcoNatale non mancheranno ovviamente gli appuntamenti dedicati ai più piccoli: si parte giovedì 13 dicembre alle ore 16,30 in biblioteca con il laboratorio “Decoriamo il Natale con la pasta di Sale”. Per partecipare occorre prenotarsi con una mail a biblioteca@comune.santarcangelo.rn.it o un sms al numero 366/6797354.
 

Tra le novità più evidenti di EcoNatale 2018, infine, le nuove luminarie – realizzate grazie alla collaborazione dei commercianti di Santarcangelo e di CittaViva – che arricchiscono i tre ingressi principali al centro commerciale naturale: si tratta di tre sipari dedicati a Santarcangelo quale “Città del Teatro”, “Città della Poesia” e “Città delle Arti”. Le installazioni vanno ad aggiungersi alle luminarie dedicate ai poeti santarcangiolesi e a quelle realizzate con i materiali di recupero.
 

Così come gli eventi di EcoNatale, anche le luminarie che addobbano il centro sono di diverso tipo poiché simboleggiano le diverse anime della città”, afferma l’assessore al Turismo e sviluppo economico Paola Donini. “Santarcangelo è la città del teatro – aggiunge l’assessore Donini – ed è per questo abbiamo voluto installazioni che rimandassero alla sua storia, soprattutto se si pensa che proprio da quest’anno inizia il percorso di preparazione ai 50 anni del Festival. Santarcangelo è anche la città della poesia, ed è per questo le vie del centro sono arricchite dai versi dei nostri poeti. Santarcangelo è infine anche la città dell’arte che – nel solco della tradizione di EcoNatale e della presenza storica della Mutoid Waste Company – vuole essere attenta alla sostenibilità ambientale attraverso l’uso di materiali di riciclo che diventano installazioni artistiche. Da quest’anno non è stato possibile utilizzare tutte le luminarie create con materiali di scarto perché alcune di queste, dopo quasi 10 anni, erano completamente usurate. Tuttavia abbiamo previsto diverse iniziative di sostenibilità ambientale, sensibilizzazione al tema del riciclo e del riuso, soprattutto attraverso progetti con i bambini. Non a caso, i quattro EcoAlberi sono stati realizzati insieme agli alunni delle scuole dando così una seconda vita a materiali di scarto”.
 

Foto

Attualità
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485