Novità per i pazienti che si devono sottoporre ad operazioni chirurgiche a bassa complessità

Tempi d'attesa ridotti grazie alla collaborazione dell'èquipe del prof.Giorgio Ercolani con l'Ospedale di Cattolica

Equipe dott.Giorgio Ercolani Equipe dott.Giorgio Ercolani.
Sanità Cattolica 14:47 25 gennaio 2019

Ha preso avvio, in questi giorni, una nuova attività chirurgica del prof. Giorgio Ercolani, direttore dell'Uo  di Chirurgia e Terapie Oncologiche Avanzate dell'Ospedale "Morgagni - Pierantoni" di Forlì,che prevede l'utilizzo delle sale operatorie dell'Ospedale "Cervesi" di Cattolica per interventi chirurgici a bassa complessità.

 Il  professor Ercolani e la sua équipe effettueranno a Cattolica delle sedute operatorie settimanali, in presenza di due professionisti per volta ed eseguendo interventi chirurgici in elezione e di medio - bassa complessità. Questa operazione si inserisce a pieno titolo  nell’ottica di ridurre i tempi di attesa degli interventi chirurgici non urgenti  . 

"Il riscontro dei primi pazienti che si sono già sottoposti agli interventi - spiega il prof. Ercolani - è stato molto positivo. E di questo ringrazio tutti gli operatori che hanno permesso questa attività, i colleghi dell UO di Chirurgia di Riccione, i colleghi della UO Anestesia e Rianimazione di Rimini, il personale infermieristico gli OSS di sala operatoria di Cattolica, del pre-ricovero di Cattolica e del reparto di Cattolica"

 Il percorso, oltre ad andare incontro alle esigenze dell’utenza, evidenzia anche una sempre maggiore trasversalità nell’approccio organizzativo dell’Ausl Romagna, all’insegna della “caduta” dei confini territoriali e dell’utilizzo di ogni spazio e risorsa possibile, al fine di massimizzare le sinergie e le opportunità di cura e di terapia per la popolazione, riducendo i tempi di attesa per tutte le tipologie di intervento chirurgico.


Sanità
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485