Una M sul braccio per Manuel, l'atleta a cui hanno sparato: anche Riccione partecipa all'omaggio

L'iniziativa per Manuel Bortuzzo, ferito gravemente a Roma da spari di pistola

Il tecnico Alicia Carretero con i giovani tuffatori riccionesi Il tecnico Alicia Carretero con i giovani tuffatori riccionesi.
Sport Riccione 16:34 11 febbraio 2019

Nel fine settimana appena concluso la sezione Tuffi della Polisportiva Riccione si è recata ancora una volta a Trieste per la prima semifinale del Trofeo Giovanissimi Esordienti C2 e Campionato Italiano Indoor C1
L'obiettivo della società riccionese era di piazzare i suoi atleti tra i primi delle classifiche, perché solamente i primi dodici (sommando questi punteggi a quelli della seconda semifinale che si terrà a Bolzano in primavera), avranno diritto a partecipare alla finale che si disputerà a Riccione nel luglio prossimo.
In gara a Trieste i riccionesi Nicholas Lodeserto e Nicolò Mussoni in C2 e Ilaria Cambria in categoria C1.
Buona la gara di Nicholas Lodeserto (classe 2008), che si avvicina sempre di più alla finale piazzandosi 5° nel trampolino da un metro, 6° nel trampolino da tre metri e 7° nella piattaforma.
Nicolò Mussoni (classe 2009) ha dimostrato talento nelle due specialità in cui si è cimentato: nel trampolino da un metro si è piazzato al 13° posto e da in quello da tre metri al 10° posto), ma insieme ai tecnici della Polisportiva dovrà ancora lavorare sui tuffi nuovi per aumentare la difficoltà e poter competere nelle prime posizioni con i migliori prospetti d’Italia.
Ilaria Cambria (classe 2007) in questa gara ha sofferto un po’ il passaggio di categoria, ma ha comunque ottenuto buoni risultati nel trampolino da un metro (13° posto) e nella piattaforma (10° posto), mentre dal trampolino dai 3 metri non è riuscita ad andare oltre la 18esima piazza.
I ragazzi, accompagnati dal direttore tecnico della sezione Tuffi Polisportiva Riccione, Alicia Carretero, non hanno voluto far mancare il proprio affetto al nuotatore Manuel Bortuzzo ferito gravemente a Roma e hanno voluto dedicargli una foto (in allegato) con la M sul braccio postandola, come proposto dalla FIN, con l’hastag #tutticonManuel

ARTICOLI CORRELATI
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485