Portava pesce agli hotel e ristoranti del riminese con un furgone frigo non idoneo

La ditta e il conducente sono stati sanzionati: il pesce viaggiava a una temperatura di 5 gradi più alta del normale

Il controllo della Polizia Stradale Il controllo della Polizia Stradale.
Cronaca Rimini 14:05  5 giugno 2019

Martedì mattina una pattuglia della Polizia Stradale ha fermato un furgone di una ditta toscana che commercia prodotti ittici e che era sprovvisto dell'adesivo indicante la scadenza della revisione del sistema di refrigerazione (Atp). Il mezzo trasportava filetti di pesce persico, totani, calamari e mazzancolle destinati a hotel e ristoranti di Rimini e Provincia, merce che però non poteva né essere trasportata, né venduta: il furgone aveva il certificato atp scaduto e inoltre il personale dell'Ausl, intervenuto durante il controllo, ha rilevato che la temperatura era di -13.8° anziché di quella prescritta di -18° per la corretta conservazione degli alimenti senza rischi per la salute dell'uomo. Il conducente, un 60enne di Cesenatico, è stato sanzionato, così come la ditta per la quale lavora, con una sanzione di oltre 1000 euro. Il furgone è stato sospeso dalla circolazione.

ARTICOLI CORRELATI
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485