Anche Rimini aderisce al registro digitale contro i furti di biciclette

La piattaforma presentata al Festival della Lentezza' a Colorno

Furto bicicletta (foto di repertorio) Furto bicicletta (foto di repertorio).
Attualità Rimini 19:56 16 giugno 2019

Una piattaforma online - pensata per combattere i furti di biciclette e favorire la mobilità cittadina - che unisce ciclisti, Amministrazioni locali e alta tecnologia mettendo a disposizione dei comuni aderenti al progetto e delle forze dell'ordine il Registro Digitale delle biciclette, accessibile anche alla community dei ciclisti. La piattaforma, lanciata dalla start-up 'Bikebee' è stata presentata al 'Festival della Lentezza' a Colorno, nel Parmense. I comuni che, al momento, aderiscono al progetto 'Bikebee' sono una ventina, in primis Rimini e Parma: hanno un registro digitale omogeneo con quello di tutte la amministrazioni del progetto, accessibile da chiunque e da qualsiasi device. In questo modo sarà possibile consultare e riconoscere le biciclette rubate su tutto il territorio, comunale e nazionale, grazie alla comunità dei ciclisti che interviene a supporto per ritrovare le biciclette in ogni città. Una funzionalità condivisa, come il database delle bici, che genera una rete di collaborazione tra le varie amministrazioni. In particolare chiunque può registrare gratuitamente, anche via app e via bikebee.it, la propria bicicletta nella banca dati digitale. Gli utenti possono, via smartphone, effettuare passaggi di proprietà, controllare la lista dei furti segnalati, denunciare un furto o l'avvistamento di una bici rubata, comunicare con altri utenti, ricevere notifiche da call center Bikebee. Potranno anche vedere l'ultima posizione nota della bici rubata, ricevere notifiche dagli utenti, ricevere informazioni e notifiche da un servizio clienti dedicato e segnalare il ritrovamento della bicicletta. 

Attualità
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485