Spacciatori arrestati al parco Murri minacciano i poliziotti: 'domani usciamo dal Tribunale e vi sgozziamo'

La Polizia ha arrestato due tunisini di 39 e 45 anni, in possesso di 20 dosi di marijuana

Lampeggiante della Polizia (foto di repertorio) Lampeggiante della Polizia (foto di repertorio).
Cronaca Rimini 14:36  6 luglio 2019

Venerdì sera alle 23.30, nell'ambito dei controlli del territorio, la Polizia di Rimini ha arrestato due spacciatori tunisini di 39 e 45 anni, irregolari sul territorio e pluripregiudicati. I fatti sono avvenuti all'interno del parco Murri, zona d'intervento compresa tra la Via Regina Margherita e Lungomare di Vittorio. I due nordafricani, alla vista di una prima pattuglia, si sono spostati in sella a una bicicletta dalla parte sud del parco, da un punto poco illuminato e in presenza di alcuni giovani, alla parte nord, cercando poi di far finta di nulla sedendosi su una panchina. Gli agenti hanno trovato un bilancino di precisione abbandonato tra la vegetazione, poi hanno fatto salire i due tunisini sull'auto di servizio per portarli in Questura, in quanto sprovvisti di documenti. Arrivati a destinazione, i poliziotti hanno trovato all'interno dell'abitacolo un sacchettino di plastica con 20 dosi di marijuana, abbandonato dai nordafricani. A quel punto sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Durante la procedura di identificazione, i due tunisini non hanno collaborato e hanno anche minacciato pesantemente gli agenti, venendo così anche denunciati per minacce a pubblico ufficiale. "Appena usciamo ti sgozziamo come una capra, domani usciamo dal Tribunale e ti uccidiamo", hanno detto. 

ARTICOLI CORRELATI
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485