Rimini Calcio, l'imprenditore Alfredo Rota: 'Basta, mi chiamo fuori dalla trattativa con Grassi'

L'imprenditore spiega così la sua mossa: 'Col patron non si riesce ad approfondire l'argomento'

Da sinistra l'addetto stampa Sergio Cingolani e il presidente del Rimini Giorgio Grassi Da sinistra l'addetto stampa Sergio Cingolani e il presidente del Rimini Giorgio Grassi.
Sport Rimini 14:22 11 luglio 2019

Novità nelle trattative societarie. Alfredo Rota attraverso un comunicato stampa si chiama fuori in maniera definitiva. Ecco il testo integrale del comunicato:

“Vista l’impossibilità di stringere un rapporto con l’Amministratore Unico del Rimini Calcio Giorgio Grassi, comunico di non avere più interesse ad entrare in società nel club biancorosso. Mi sono avvicinato da mesi alla società, abbiamo iniziato col dottor Grassi un confronto leale, ma al momento di approfondire l’argomento riguardo quote e cifre, ho notato una certa ritrosia da parte del mio interlocutore almeno a verificare le mie reali intenzioni in modo da valutare se poter raggiungere un accordo o meno - sono le parole dell'imprenditore riminese -  In questo stato di permanente incertezza mi chiamo fuori. Auguro da appassionato dei colori biancorossi le migliori fortune al club e al suo Amministratore Unico Giorgio Grassi”.

Sport
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485