La tecnologia al servizio del turismo: dalle prenotazioni al tempo libero

Turismo e tecnologia: due settori complementari tra loro che nel tempo si sono incrociati dando vita ad un binomio vincente ed affascinante

Prenotare la vacanza con il telefonino Prenotare la vacanza con il telefonino.
Turismo Rimini 17:53 11 luglio 2019

Turismo e tecnologia: due settori complementari tra loro che nel tempo si sono incrociati dando vita ad un binomio vincente ed affascinante. Oggi nessuno più ha dubbi sull'importanza del digital nel settore turistico e di come abbia influenzato e continui a plasmare il modo in cui viaggiamo: dalla scelta della destinazione, alla valutazione di ciò che possiamo fare una volta arrivati in vacanza, e persino a ciò che possiamo fare una volta rientrati. 


Secondo uno studio, infatti, il 74% dei viaggiatori pianifica i propri viaggi su Internet, mentre solo il 13% continua a rivolgersi alle agenzie di viaggio. Possiamo accorgercene già da soli, visto che quando ci viene voglia di fare un viaggio, andiamo online, cerchiamo le destinazioni più economiche da raggiungere e quelle più affascinanti. Questo scenario era impensabile fino a qualche anno fa.

Lo smartphone è parte integrante di questo binomio vincente. È diventato la nostra guida turistica, la nostra agenzia di viaggi, il miglior localizzatore di ristoranti, la “cartina” per orientarsi e tanto altro ancora. È al nostro fianco per tutto il percorso di acquisto. Secondo TripAdvisor, infatti, il 45% degli utenti usa il proprio smartphone per tutto ciò che riguarda le vacanze. Questo è il motivo per cui è necessario adattare i servizi e le comunicazioni che offriamo, a questi dispositivi

KLM ha, ad esempio, creato un servizio di informazioni per i passeggeri che utilizzano Facebook Messenger. Questo sistema, una volta effettuata una prenotazione, invia all'utente le informazioni relative al proprio biglietto tramite Facebook Messenger, la carta d'imbarco e gli aggiornamenti in tempo reale sullo stato del volo acquistato. In questo modo l'utente ha tutte le informazioni necessarie a portata di mano utilizzando un'app che già aveva ed evitando di dover scaricare app aggiuntive.
Ovviamente lo smartphone è fondamentale in qualsiasi settore della nostra vita, dal lavoro allo svago, sia che si tratti dei famosi online casino oppure di musica e serie tv.

Negli ultimi anni anche la realtà aumentata è entrata nel mondo del turismo. Sempre più aziende la utilizzano per mostrare agli utenti l’esperienza che andranno a fare, dalla cabina di una nave da crociera al trasportarli, per alcuni secondi, sulla Grande Muraglia cinese.


Oggi è possibile "tele trasportarsi" negli angoli più remoti del pianeta senza scendere dal divano. Questo è ciò che puoi ottenere usando l'applicazione EVEREST VR di Everest, che ci consente di vedere il tetto del mondo senza dover salire fino in cima. 


Con Internet oh Things, invece, sono entrati a far parte di questo settore i sensori integrati connessi a Internet all'interno di automobili, valigie, edifici e tanto altro. Infatti, l'ITH spagnolo (Instituto Tecnológico Hotelero) ha affermato che l'Internet of Things "sarà il principale elemento di trasformazione nella personalizzazione dell'esperienza del cliente nei prossimi anni".

Alcune proprietà della Virgin Hotel offrono ai propri clienti un'app che consente loro di interagire con il termostato della stanza o di controllare la televisione.  Ci sono anche dispositivi integrati che consentono agli utenti di utilizzare i loro telefoni cellulari per seguire la loro valigia evitando che venga smarrita o rubata.

E gli assistenti virtuali?  Si sta iniziando ad arruolare questo tipo di "aiuto" negli hotel, grazie all'arrivo di assistenti virtuali appositamente progettati per questo ambiente. 

IBM ha recentemente lanciato Watson Assistant, un assistente virtuale basato su AI che crea un'esperienza interattiva e personalizzata per i consumatori.

Open technology che si può impiegare e adattare ai bisogni dei singoli clienti, cambiando nome, da Watson per esempio al nome dell’hotel specifico. 


La tecnologia, tra le varie cose, ha letteralmente rivoluzionato il modo con cui ci approcciamo alla valutazione ed all’acquisto di viaggi e pacchetti turistici, di qualsiasi entità o natura essi siano.

30 anni fa acquistare servizi turistici significava obbligatoriamente passare per una agenzia con tempi allungati e costi finali altissimi, soprattutto se si acquistava un volo aereo.

Oggi non è più così. Grazie alle apps per smartphone e tablet, e grazie ai numerosi comparatori accessibili anche da pc, una volta scelta la meta, lavorando online possiamo trovare i voli più economici, gli hotel più convenienti, ed ecco che la programmazione di un viaggio è diventata davvero alla portata di tutti.


Prima di ancora di decidere cosa acquistare possiamo decidere dove andare valutando le offerte turistiche di città e nazioni di tutto il mondo grazie ai blog dedicati, e se solo volessimo potremmo anche dare loro una prima occhiata virtualmente, ma come se fossimo lì, grazie alla funzione Street View di Google Maps che ci permette di passeggiare a Beverly Hills come sulla Piazza Rossa di Mosca senza muoverci da casa. Possiamo anche, sempre online, cercare e valutare un qualche tipo di assicurazioni per viaggi con cui mettere al sicuro la nostra vacanza.

Turismo
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485