Rimini: 26 arresti e 41 denunce. Prefetto ringrazia nel tradizionale incontro del Ferragosto

Tra i reati scontrati: spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, furto borseggio, ricettazione e lesioni personali

Tradizionale incontro di Ferragosto Tradizionale incontro di Ferragosto.
Attualità Rimini 15:56 16 agosto 2019

Con un saluto a coloro che operano per garantire la sicurezza in ogni sua accezione nel cuore delle festività agostane, il Prefetto Camporota, nell’ormai tradizionale incontro del Ferragosto, ha inteso ringraziare e sostenere tutti coloro che lavorano per il mantenimento della safety e della security in un territorio, come quello della provincia di Rimini, particolarmente ricco di manifestazioni e di iniziative e meta di centinaia di migliaia di turisti.
Un incontro all’insegna della cordialità e della gratitudine quello che il Prefetto ha avuto con gli operatori e con l’Assessore alla Sicurezza del Comune di Rimini, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il Comandante della Capitaneria di Porto, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Comandante della Polizia Municipale di Rimini e il Comandante del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza che ha ospitato i menzionati vertici a bordo di una motovedetta del Roan.
Dalla Summer Beach Arena di Piazzale Boschovich alla Beach Arena di Miramare, dal Bay Fest di Bellaria Igea Marina, al “Deejay on stage” di Riccione, passando per “Un mare di fuoco”, spettacolo pirotecnico lungo tre chilometri di costa, oltre a tutte le altre manifestazioni che si sono susseguite nell’intera provincia, non c’è stata sosta per l’impegno di tutti i Corpi citati che, come detto, sono stati dispiegati con proficuo coordinamento per garantire l’intero scenario della safety e della security.
Allo scopo di tutelare al massimo la possibilità di un sano divertimento per tutti, sono stati diversi gli obiettivi ai quali è stata rivolta la massima attenzione e, in particolare: Discoteche, con gli operatori delle Forze di polizia che hanno anche “seguito” il cosiddetto “popolo della notte”; Arterie stradali e caselli autostradali, con verifiche correlate sia al rispetto del Codice della strada che all’eventuale uso di sostanze stupefacenti o abuso di bevande alcoliche; Controllo del territorio sui diversi versanti (spaccio, furti, etc.); Verifica dell’osservanza del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale da parte di cittadini stranieri.
Sul versante dell’ordine e della sicurezza pubblica non sono mancati anche tangibili risultati, tra la serata del 14 e quella del 15 agosto, tra i quali si segnalano 26 persone arrestate, 41 denunciate in stato di libertà, oltre 1300 controllate. Tra i reati scontrati: spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, furto/borseggio, ricettazione e lesioni personali.

Attualità
Segnalazioni su WhatsappSegnalazioni via Whatsapp
al numero 347 8809485